Cos’è la cristalloterapia e le proprietà | Desja jewelry

La cristalloterapia, cos’è

La cristalloterapia è un antico metodo terapeutico che mira a rimuovere disturbi e malesseri e a mantenere il benessere fisico, mentale e spirituale attraverso l’impiego di minerali, cristalli e pietre.

È una pratica che fa parte della cosiddetta “medicina alternativa”, insieme alla fitoterapia, alla cromoterapia e all’omeopatia, e si basa sul presupposto che pietre, cristalli e minerali sarebbero dotati di un campo energetico in grado di riequilibrare ed armonizzare ogni essere vivente. La cristalloterapia è quindi utilizzata per raggiungere un ottimale equilibrio energetico che favorisce una buona salute.

______________________________________

La cristalloterapia rappresenta l’arte di curare ogni essere appartenente al mondo animale attraverso l’utilizzo di pietre e cristalli, mirando ad armonizzare e mantenere il benessere fisico, mentale e spirituale.

Pietre e cristalli infatti, sarebbero in grado di emanare energie purificatrici per il corpo umano.

Fin dagli albori della civiltà si conoscevano le proprietà dei cristalli: i primi lavori di astrologia risalgono al 400 a.C.. I principi della cristalloterapia affermano che le pietre e i cristalli sono dotati di un’energia naturale; trasformano l’energia negativa di un ambiente in positiva, liberando vibrazioni benefiche costanti. In questo modo si può proteggere l’ambiente in cui si vive e aiutando così le persone a superare le difficoltà quotidiane.

Proprietà delle pietre cristalloterapia

Pietre e cristalli possono essere indossati sia per la loro bellezza ma anche per vincere lo stress, per esempio mettendoli sotto il cuscino per combattere l’insonnia o posizionandoli in casa per proteggere l’ambiente.

Possono essere tenuti in mano per meditare o per concentrarsi; possono essere poste nelle vicinanze di piante per farle crescere rigogliose; da indossare per proteggersi dalle negatività.

È importante precisare che secondo la cristalloterapia non è importante la grandezza, la lucentezza o il taglio della pietra; anzi, è preferibile che il cristallo o la pietra siano allo stato grezzo perché mantengono la loro “naturale” energia.

Ma come è possibile che i cristalli trasmettano energia positiva? Gli esseri umani assorbono energia dai cristalli attraverso il proprio corpo, “sottile ed eterico”, in particolare attraverso l’Aura e i centri di forza (Chakra), stimolando il naturale equilibrio energetico e psicofisico.

 

L’aura, proprietà cristalloterapia

L’aura rappresenta energia che emaniamo e assorbiamo. Il senso comune descrive l’aura come una specie di aureola di vari colori, una serie di gusci ondulati e colorati che cingono il nostro e dicono molte cose su di noi.

Il campo energetico può essere limitato, ridotto, oppure espanso e raggiante a seconda delle nostre condizioni fisiche e psichiche.

I “gusci” che costituiscono l’aura sono da tre a più di dieci, a seconda delle tradizioni e delle religioni alle quali si fa capo per attingere nozioni sulla cristallografia.

I vari tipi di auree in modo interdipendente luna dall’altra.

Quando ogni aura è sana, ben definita e sprizza di energia, la persona è in grado di vivere intensamente la propria vita, godendola a pieno nella sua interezza; quando invece una o più aure non sono nella loro forma migliore, la persona avverte difficoltà negli organi e nei settori della psiche attribuiti a tale aura. L’aura è un indicatore del nostro livello di energia che si può anche carpire attraverso i chakra.

 

Cristalloterapia, chakra

I chakra sono vortici di energia, vere e proprie spirali che assorbono energia, alimentano le aure e caricano il sistema nervoso su cui sono situati. I chakra principali sono sette, disposti in corrispondenza dell’asse longitudinale del corpo, all’altezza della colonna vertebrale. Essi influenzano il funzionamento di tutte le ghiandole e degli organi.

Quando il chakra è in equilibrio, l’energia fluisce in maniera costante ed unitaria; in presenza di uno squilibrio, il chakra può essere soggetto un’attività squilibrata ed intermittente, provocando disfunzioni o sovraccarichi di flusso energetico.

 

Pietre e cristalli nella cristalloterapia

Ogni cristallo possiede la propria energia, in base alla quale deriva una particolare caratteristica. Un cristallo può attirare per il colore, per la forma oppure per la particolare funzione che svolge. Esempi sono:

-Ambra cristalloterapia

Ambra: è una resina fossile dal colore che varia dal giallo all’arancio scuro; disintossica, allevia il dolore, assorbe negatività e tensione; portata al collo appoggiata nella zona del petto stimola la comprensione e la gioia di vivere.

-Quarzo cristalloterapia

Quarzo avventurina (quarzo verde): è un cristallo antistress, arricchisce chi lo possiede di disponibilità interiore, libera da condizionamenti o limiti, allevia l’ansia, tende a farci avere una visione positiva della vita.

 

Quarzo rosa cristalloterapia

Quarzo rosa: stimola il rilascio della tensione muscolare accumulata per stress e stanchezza; è una pietra dolce, protegge e allevia il cuore, funge da rigenerante riguardo alle carenze affettive. L’utilizzo di questa pietra è molto indicato per tranquillizzare i bambini, in particolare quando dormono.

-Lapislazzuli cristalloterapia

Lapislazzuli: rendono chiari i sogni e aiutano nella catarsi spirituale. Stimolano il corretto funzionamento della tiroide, curano il mal di gola e fungono da filtri per i pensieri, suscitando in chi li possiede la pace e la tranquillità, la serenità nella meditazione.

-Agata cristalloterapia

Agata: pietra dalle funzioni protettive della cute e dell’apparato oculare. Essa apporta benefici anche nella cura di emicrania e cefalea, fortificando organi quali fegato, polmoni, stomaco e cervello.

 

Pirite cristalloterapia

Pirite: pietra dalla struttura cubica, indicata per uomini che aspirano alla leadership nella società, si caratterizza per la protezione che fornisce al suo possessore, uno scudo dalle negatività esterne, dall’inquinamento e dalla negatività. Ha finzione di amuleto nell’incrementare la ricchezza economica, rafforzare lo stato di salute e concentrare le energie.

 

Occhio di tigre cristalloterapia

Occhio di tigre: deve il suo nome alla sua composizione tipica. Questa pietra infatti è un quarzo che è composto da una significativa quantità di limonite, la quale, per la sua firma triangolare, conferisce brillantezza alla pietra e richiama la forma dello ciò di una tigre. Questo amuleto è stato utilizzato fin dall’antichità ed è molto potente. Esso ha infatti la capacità di tenere lontano il malocchio, le fatture e qualunque pensiero o influenza catastrofica.

 

Onice nera cristalloterapia:

Onice nera: detta anche Onice silicea, questa pietra ha origini mitologiche. Essa è soprannominata la pietra dell’unghia poiché si narra che le moire, a seguito del taglio delle unghie di Venere da parte di cupido, le trasformarono in Onice perché le unghie caddero sul fondo di un fiume e nulla di divino doveva andare perso.

Le caratteristiche di questa pietra è quella purificatrice. Trasforma infatti le energie negative in positive e protegge dalle sventure. Inoltre, questa pietra ha un’importante funzione per la cristalloterapia.

La sua influenza infatti, ci aiuta a scavare dentro di noi, mettendoci davanti ai nostri demoni interiori, al fine di combatterli.